Prima accetti che le cose non torneranno più come una volta e prima ricominci a vivere.

Non si scordano le persone che ti hanno salvato la vita.

Mi hai salvato e neanche lo sai.

Riesco a non arrendermi se ci sei tu a difendermi.

Come quando stai ore e ore sotto la doccia per lavare via il dolore, ma sai benissimo che nella doccia i pensieri galleggiano di più.

A volte non hai il tempo di accorgertene, le cose capitano in pochi secondi. Tutto cambia. Sei vivo. Sei morto. E il mondo va avanti. Siamo sottili come carta.
Viviamo sul filo delle percentuali, temporaneamente. E questo è il bello e il brutto, il fattore tempo. E non ci si può fare niente. Puoi startene in cima a una montagna a meditare per decenni e non cambierà una virgola. Puoi cambiare te stesso e fartene una ragione, ma forse anche questo è sbagliato. Magari pensiamo troppo. Sentire di più, pensare di meno.

I pensieri della notte sono quelli che o ti cullano o ti uccidono.

E’ tutto ok. Basta non fermarsi a pensare.

Faremo finta di niente. Come se si potesse fare finta di niente.

Quella fu l’ultima volta che ci parlammo e nessuno dei due lo sapeva. Non lo sappiamo mai, vero? Almeno avevamo finito scambiandoci parole d’affetto. Mi resta questo. Non è molto, ma è qualcosa. Ad altri va peggio. È quello che mi dico nelle lunghe notti in cui non riesco a dormire. Ad altri va peggio.

Tutto quel che c’era io l’ho visto, guardando te. E sono stata ovunque, stando con te. E’ una cosa che non riuscirò a spiegare mai a nessuno. Ma è così. Sei il mio segreto più bello.

per fortuna.. perchè mi sento solo una gran cretina ora.

per fortuna.. perchè mi sento solo una gran cretina ora.

Oggi piove su tutto, sui baci non dati, le parole non dette, gli abbracci freddi e gli amori non ricambiati.
Oggi la pioggia cade addosso anche su di me, sugli occhi grandi, le labbra rosse ed il cuore a pezzi.

Red Rose